Cos’è la piastra a induzione, come funziona e quali vantaggi

Cos'è la piastra a induzione, come funziona e quali vantaggi

Cos’è la piastra a induzione? Come funziona? È vantaggioso utilizzarla? Una piccola guida alla cottura con il fornello a induzione.

Sono certa che ne avrai molto sentito parlare, ma non tutti sanno come funziona e molti si chiedono se l’utilizzo ne valga davvero la pena, soprattutto in relazione ai consumi e alla spesa. Pro e contro dei piani cottura induzione, una mini guida.

Piastra a induzione

Questo tipo di piastra serve a cuocere gli alimenti e sostituisce egregiamente il tradizionale piano cottura, con ottimi risultati. È composta da un piano cottura in vetroceramica che viene scaldato tramite una bobina che genera un campo magnetico.

Detto campo si sviluppa tra la bobina, il piano e la pentola, cui viene trasmesso. Il cibo all’interno si scalda grazie alla trasmissione di calore dalla piastra appunto alla pentola e quindi al cibo.

Con una piastra ad induzione non si sono fiamme, inoltre se sposti la pentola si interrompe il campo magnetico, quindi la piastra si spegne.

Vantaggi della piastra a induzione

Iniziamo da quello sicuramente più interessanti: l’abbattimento dei costi. Considera che con una piastra a induzione potresti eliminare la bolletta del gas (ovviamente se non hai una caldaia che ti serve anche per il riscaldamento).

Di solito nei condomini e nelle palazzine moderne c’è una sola caldaia centralizzata e poi la bolletta viene suddivisa in base ai consumi nei singoli appartamenti, dotati di contatori.

Non so se hai mai notato, ma metà dei soldi addebitati in bolletta non sono propriamente consumi, ma oneri di sistema e trasporto. Questi li hai per OGNI fornitura (sia gas che elettrica). Se elimini il gas hai un bel risparmio mensile.

Per farlo però ti occorrono due cose:

  • devi sostituire il cavo della corrente che alimenta la piastra (deve essere installato un cavo con diametro maggiore e può farlo solamente un elettricista) e
  • devi aumentare la potenza del contatore. Occorre un contatore da 4,5 kW invece che uno da 3 kW, in questo modo puoi far funzionare insieme piastra, frigorifero, e volendo anche la lavatrice o il forno.
Tutti i vantaggi dell'uso di una piastra a induzione, perché abbandonare il fornello tradizionale. Condividi il Tweet

Altri vantaggi di una piastra a induzione?

  • non puoi dimenticarti il gas acceso,
  • se del liquido fuoriesce dalla pentola la piastra si spegne automaticamente,
  • non c’è dispersione di calore, come invece avviene con un fornello tradizionale, quindi risparmi anche in questo,
  • l’unica parte che si riscalda è sotto la pentola quindi non potrai mai scottarti,
  • la pentola si scalda alla base e sui lati, ma il calore non arriva ai manici, che puoi prendere con le mani senza dover utilizzare le presine,
  • cottura uniforme, non bruci mai niente, o comunque davvero molto raramente,
  • per una qualche strana ragione non ci sono schizzi e non sporchi troppo in giro
  • inoltre, cosa di non poco conto, una piastra a induzione si pulisce davvero facilmente.

Svantaggi di una piastra a induzione

Come ti dicevo la piastra deve creare con la pentola un campo magnetico che non si sviluppa con pentole in alluminio o di altro materiale. Devi quindi acquistare pentole che siano conduttrici.

È facilissimo scoprire se le pentole che hai possono essere utilizzate per l’induzione. Se ci appoggi una calamita e rimane attaccata sono conduttrici, altrimenti no.

Cos'è la piastra a induzione, come funziona e quali vantaggi

Se le acquisti, invece, puoi riconoscere inciso sull’esterno il simbolo dell’induzione. Dovrai acquistare pentole, caffettiera, pentola a pressione, eccetera, tutto per induzione.

Costose?

Non eccessivamente. Il bello di queste pentole è che raramente i cibi si attaccano e quindi anche loro sono facilissime da pulire.

Puoi acquistare set completi, oppure le pentole che più utilizzi anche online, qui sotto te ne mostro alcune.

In alternativa, se non vuoi cambiare pentole e padelle puoi utilizzare gli adattatori ad induzione. Acquista un adattatore, posizionalo tra piastra e pentola e utilizza le tue vecchie pentole per cucinare sulla piastra a induzione.

Qui invece ti propongo alcune piastre a induzione di ottime marche con tantissime recensioni positive. .

Se acquisti invece in un negozio fisico può darsi che ti possa trovare sia piastra che pentole nello stesso store, io ad esempio ho acquistato piastra e pentole all’Ikea, e mi sto trovando davvero benissimo.

In ultimo

Cucinare con l’induzione oltre a far risparmiare, l’acqua bolle in pochissimi minuti, è la soluzione per il futuro. Si ha un’alta efficienza energetica senza l’utilizzo di combustibili fossili, il che fa bene all’ambiente.

Questo perché l’energia elettrica può essere prodotta attraverso fonti rinnovabili e non c’è emissione di CO2 nell’aria, come quando utilizzi il gas nel fornello tradizionale.

Avrai quindi anche meno inquinamento tra le mura domestiche, che non è affatto male. E se ti piace l’idea e vuoi una piastra a induzione portatile, magari da utilizzare in ufficio nella pausa pranzo, eccone una che ha ben 266 recensioni positive e un costo davvero sostenibile.

Infine… eccomi qui mentre pulisco la mia bella piastra ad induzione nella mia nuova cucina.

[Total: 2 Average: 5]

Marina Galatioto

Scrittrice, giornalista, influencer e blogger. Pubblica romanzi e racconti sulle maggiori riviste femminili italiane. Molte sue opere sono in vendita su Kobo e Amazon. Gestisce blog e si occupa di pubbliche relazioni oltre che di Social Media e Marketing. Vita da Scrittrice

Marina Galatioto ha 38 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Marina Galatioto

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: