Perché non utilizzare lo zucchero bianco e di canna

Sentiamo spesso discussioni in merito: meglio lo zucchero bianco e semolato o di canna? Di qualunque colore sia sempre di zucchero di tratta, meglio evitarlo. Ecco perché.

Alzi la mano chi non ha mai sentito o letto discussioni sullo zucchero. C’è chi sostiene che quello bianco, più raffinato, a volte anche semolato, sia più dannoso dello zucchero di canna.

Sarà vero? E perché?

Zucchero bianco o zucchero di canna

La differenza tra zucchero bianco e di canna sta nella lavorazione. Per raffinare il primo verrebbero utilizzati anidride solforosa e calce e le lavorazioni farebbero perdere a questo alimento sostanze quali calcio, potassio, ferro. Per questo alcuni preferiscono lo zucchero di canna.

In realtà tutto lo zucchero contiene saccarosio costituito da glucosio e fruttosio. Ricavato o dalla canna da zucchero o dalla barbabietola, lo zucchero viene poi lavorato fino a raggiungere il colore bianco.

Quando lo zucchero viene estratto dalla canna, se rimane all’interno una melassa di colore bruno, si ottiene appunto zucchero di colore marroncino, chiamato appunto di canna, chiamato anche grezzo.

Proprietà nutrizionali

Sia in uno che nell’altro sono pari a zero, o meglio, dovresti mangiarne chili per ricavare da questo ingrediente le quantità del fabbisogno giornaliero in termini di calcio, potassio, ferro. E se vogliamo pensare a latte di calce, o calce spenta, utilizzata per pulirlo, ne restano davvero piccolissime tracce sullo zucchero. Molte meno di quelle che ci sono nel latte per neonati o nel vino.

zucchero bianco o di canna

Zucchero, eccessivo consumo

Pare che un eccessivo eccessivo di zucchero possa portare a problemi circolatori e cardiovascolari, con rischio di cancro. Ma senza arrivare a questo gli zuccheri sono causa di obesità e sovrappeso oltre che diabete di tipo 2 e una maggior propensione alla carie dentale.

E se pensi che lo zucchero sia solo “zucchero” e se non e consumi sei a posto… purtroppo devi ricrederti! Nel ketchup, per esempio, ne è contenuto tantissimo, così come nei dolci, nelle merendine, e anche in altri alimenti che non penseresti mai.

Cosa fare?

Evitare il consumo di zucchero bianco semolato, bianco o di canna, prediligere alimenti che non ne contengono, o ne contengono meno di altri. Se necessario utilizzare dolcificanti alternativi, ma presta attenzione a non finire per usare preparati cancerogeni. Parleremo di questo in altri articoli e vedremo quali dolcificanti sono migliori e con cosa sostituire lo zucchero.

Leggere attentamente le etichette per cercare di evitare tutti quei prodotti che lo contengono. Non ci crederai, ma sono davvero tantissimi e il problema, con questi è che non lo immaginiamo nemmeno.

Optare per alimenti sani, limitare il consumo di zuccheri, spiegare ai più piccoli che lo zucchero fa male e invogliarli ad un’alimentazione più consapevole.

TI suggerisco alcuni titoli di libri molto interessanti sulle problematiche che crea lo zucchero al nostro corpo:

  • Siete pazzi a mangiarlo!, di Christofe Brusset https://tinyurl.com/https-amzn-to-2CZdaGW
  • Contro lo zucchero. Processo al peggior nemico della salute (e della linea) di Gary Taubes https://tinyurl.com/ycgpaadb
  • questo è un po’ datato, ma è lo stesso interessante: Sugarblues, il mal di zucchero https://tinyurl.com/ya69rqns

Leggi anche:

seguici sui social, lascia un commento

 

#ad #collaborazione

 

[Total: 0 Average: 0]

Marina Galatioto

Scrittrice, giornalista, influencer e blogger. Pubblica romanzi e racconti sulle maggiori riviste femminili italiane. Molte sue opere sono in vendita su Kobo e Amazon. Gestisce blog e si occupa di pubbliche relazioni oltre che di Social Media e Marketing. www.vitadascrittrice.it

Marina Galatioto ha 21 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Marina Galatioto

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: